Festival di Sanremo del 1991

La 41esima edizione del Festival della canzone italiana si tenne al teatro Ariston dal 27 febbraio al 2 marzo. In onda su Rai 1, Radio 1 e in Eurovisione, fu condotto da Andrea Occhipinti ed Edwige Fenech.

Anche in questa edizione gli artisti in gara furono affiancati da interpreti internazionali. Pochi di questi però incisero il brano: Sarah Jane Morris abbianata a Cocciante, Ute Lemper abbinata a Jannacci, Ofra Haza abbinata a Raf, Howard Jones abbinato a Umberto Tozzi e Randy Crawfort abbinata a Grazia de Michele.

Vinse quest'edizione Riccardo Cocciante con "Se stiamo insieme". Al secondo posto Renato Zero, con "Spalle al muro" (brano di Mariella Nava), e al terzo Marco Masini con "Perchè lo fai". Il premio della critica se lo aggiudicò Enzo Jannacci.

Durante la finale furono annunciati solo i primi tre posti; l'intera classifica fu fornita alla stampa qualche giorno dopo.

Tra le Nuove Proposte trionfò Paolo Vallesi con il brano "Le persone inutili".

Nonostante il tredicesimo posto, ebbe grande successo il brano "Siamo donne", di Jo Squillo e Sabrina Salerno, che divenne uno dei tormentoni di quell'anno.

Venne cacciato dalla kermesse Rod Stewart, perchè l'organizzazione non acconsentì a fargi eseguire un solo brano, come desiderava lui, a fronte dei due previsti.

Questa edizione vinse un telegatto come miglior trasmissione musicale e, sempre in quest'anno, venne introdotta la giuria demoscopica per la votazione dei cantanti.

Hai notato qualcosa che non va?
Che succede?
Loading...

Ricevuto! Grazie per la segnalazione.
Controlleremo il prima possibile.

Consenso sulla privacy

Caro utente ti rubo solo un minuto,

come ormai ben saprai Internet sta cambiando, si sta evolvendo. All'aumentare delle possibilità, aumentano le responsabilità.

In seguito all'approvazione del GDPR europeo, la gestione della privacy su Internet non è più la stessa.
Ed è giusto che sia così.
Come staff di FaDiesis siamo tenuti a dichiarare cosa facciamo dei tuoi cookie di navigazione.

Ebbene, noi li usiamo per i seguenti motivi:

Se vuoi sapere esattamente l'uso che Google farà dei tuoi dati puoi dare un'occhiata qui.

Ora, il monitoraggio della navigazione non trattiene nessun tuo dato personale (l'IP è appositamente registrato in forma anonima), quindi è proprio una forma anonima di statistica.
Per quanto riguarda l'area riservata, si tratta di una funzione indispensabile per il funzionamento del sito: evita la registrazione se non vuoi che usiamo i cookie per questo.
Per quanto rigarda invece gli annunci puoi scegliere di evitare gli annunci personalizzati. Ricorda: se disattivi la seguente opzione gli annunci vengono mostrati ugualmente, solo che saranno generici e non pertinenti ai tuoi interessi.

Vuoi ricevere annunci personalizzati?